Denunciati pescatori di frodo a Mantova

Le guardie ecologiche del Parco del Mincio, assieme a quelle della Provincia e della Fipsas, hanno bloccato oggi all'alba tre bracconieri di nazionalità romena sorpresi a pescare di frodo nel lago di Mezzo a Mantova. I tre sono stati condotti in Questura e denunciati. Le guardie ecologiche hanno sequestrato un furgone su cui erano stivati 36 quintali di pesce pescato illegalmente, la maggior parte del quale di specie autoctone come carpe di grandi dimensioni, luci, carassi, oltre a siluri, che sarebbe poi stato lavorato e immesso nel mercato illegale, violando i controlli sanitari. Alcune decine di carpe di grosse dimensioni trovate ancora vive sono state rigettate in acqua. Ai pescatori di frodo sono stati sequestrate anche due barche e le reti utilizzate per la pesca. L'operazione coordinata da Parco del Mincio, Provincia e Fipsas è durata tutta la notte, con appostamenti iniziati ieri.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Gottolengo

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...

    */